Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggendo l'informativa estesa.

logo
logo
Programma del mercato terraTERRA del 15 novembre 2015

Mercatino:

Per tutta la giornata è possibile acquistare i prodotti della terra e non solo dai produttori di terraTerra nel rispetto dela filiera corta, della verifica della qualità, della stagionalità e della necessità di un trattamento equo per tutti.

 

Programma bimbi e bimbe:

ore 13:00 Menù bimb@ di Zi Katia
ore 14:30 Animazione con trucca bimbi, bolle di sapone e tanta fantasia
ore 15:00: laboratorio/spettacolo Semi Pazzi uno spettacolo che parla dei semi e della loro capacità di stupirci con le loro meravigliose follie naturali. Maggiori informazioni sullo spettacolo
ore 16:00 Biomerenda offerta dal forte

 

Sport:

ore 15:00 Lezione dimostrativa del corso di Brazilian Jiu Jitsu. Maggiori info

 

Live music & DJing:

dalle ore 17:30
- concerto dei Wogiagia
- Presentazione Video e foto di Enotica 2015. Con al presenza dell'autore Giuseppe Nora.
- Dj Mario Dread in consolle fino al concerto.

 

Presentazione di libri:

dalle ore 18:00 in sala da the inTHErferenze presentazione dei libri "Oggi tocca a me" e "Una città perfetta" di Juri di Molfetta.
Maggiorni informazioni sui libri e l'autore.

 

Consigli per gli acquisti del collettivo terra/TERRA:

- Sempre meglio privilegiare la filiera corta. Scegli la frutta e la verdura di stagione prodotta con metodi naturali e con basso impatto ambientale. Scegli sempre i mercatini dove puoi confrontarti con il produttore diretto.
- Evita gli imballaggi e le buste di plastica, serviti il meno poassibile dai grandi supermercati e dai centri commerciali, i chilometri tra chi produce e chi consuma: gli imballaggi e le condizioni dei lavoratori sono spesso tossici come il cibo che vendono.
- Non acquistare prodotti fuori stagione, anche se sono in offerta speciale, perchè poco sani e insostenibili per l'ambiente.
- Non comprare cibo dalle multinazionlali alimentari perchè arricchisci chi specula sulla agricoltura, sulla nostra salute  e sulla salute di chi lavora.
- Bevi acqua del rubinetto! Dagli acquedotti esce un'acqua buona e sicura ma le aziende imbottigliatrici, a colpi di spot, impongono ai consumatori la minerale in bottiglia. L'acqua che compri è cara, insalubre e poco sostenibile.
- Fai la spesa responsabilmente insieme ad altri. Partecipa ai GAS, Gruppi d'Acquisto Solidali, per favorire la riflessione sui temi dell'alimentzione con prodotti sani, a prezzi accesibili e costruire rapporti di fiducia con i produttori.
- Partecipa ai percorsi di garanzia partecipata, vai a visitare il contadio, osserva come produce, cosa produce, se rispetta l'ambiente ed i lavoratori, stabilisci, laddove è possibile, una relazione con chi produce il tuo cibo.
- Acquista i prodotti provenienti da paesi esotici (cacao, caffè, the, zucchero) solo in negozi appartenenti a circuiti equi e solidali, in termini generali, diminuisci il consumo di questi prodotti.
- I semi sono un tesoro della nbostra tradizione contadina, informati ed ascolta la storia che custodiscono e non permettere che le multinazionali ne facciano un business annientandoli.
- Promuovi fra amici o nel tuo quartiere corsi e laboratori per imparare a trasformare il cibo in casa (marmellate, pane, passate di pomodoro, pasta fresca, etc) Può essere un modo per passare un pomeriggio divertente e per produrre il cibo che mangerai.
- Il contadino ha tutti i diritti di un qualsiasi lavoratore. Per produrre il cibo che mangiamo non bisogna sfruttare nessuno.

Seguici su terraterra.noblogs.org

DIRITTOALLACITTALOGO

STOP-TTIP

Volantino GAP fronte

notav

antifa

logo nomuos

10x100
notriv

free gaza

NOPUP


illegale è la legge, il suo costo reale

Vai all'inizio della pagina