Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggendo l'informativa estesa.

Menu

mobilitazioni

  • CALENDARIO INIZIATIVE DEL CONGRESSO NAZIONALE INDIGENO DEL MESSICO

    photo 2021 10 28 11 42 33

    photo 2021 10 28 11 42 33

    MERCOLEDI 27 OTTOBRE - UN ALTRO MONDO E' NECESSARIO - Incontro tra CNI e Fridays For Future - Ore 17:00 presso l'aula VI della facoltà di lettere dell'università La Sapienza
    GIOVEDI 28 OTTOBRE - INCONTRO CON LA COMUNITA' DI BASE - Ore 18:00 presso Cdb S.Paolo, via Ostiense 152
    SABATO 30 OTTOBRE - INCONTRO CON IL COLLETTIVO NO PORTO - Ore 11:00 presso il Bilancione a Fiumicino
    DOMENICA 31 OTTOBRE - PRATICHE DI LOTTA ALL'ESTRATTIVISMO - Incontro con comitati e climate camp - Ore 11:00 al Lago Ex Snia

  • Cannabis, monopoli e privatizzazioni delle specie botaniche

    giocodelle3carte luigi fw
    giocodelle3carte luigi fw
    Mentre in Canada, grazie al monopolio, il Dipartimento della Salute, la Monsanto e la Cannabis viaggiano già sullo stesso binario, in Italia quali saranno le multinazionali che affiancheranno l'intergruppo nella nuova corsa all'oro?

    Hanno già deciso a chi affidare le poche concessioni del futuro monopolio e c'è chi già sa di farne parte, ancora prima che la legge venga varata?Rischiamo di passare dalla padella alla brace, diventeremmo contrabbandieri se coltivassimo una sola pianta quando e se questa proposta dell’intergruppo divenisse legge. In Canada la MONSANTO, grazie alla legge che dal 2014 affida le coltivazioni di CANNABIS a 27 società private in regime di monopolio, sta già facendo disastri che se non corriamo ai ripari subito potrebbero capitare anche a noi.
    In Italia il marchio NATIVA, uguale a quello che risulta essere stato registrato dalla NESTLE’, sta già prendendo prenotazioni per cedere in franchising il subappalto della sua concessione, sapendo evidentemente già da ora che i concessionari del MONOPOLIO saranno pochissimi e con la certezza di essere tra questi, ancora prima che la legge venga varata e vengano pubblicati i suoi capitolati applicativi.

  • Cena Evasiva in Taverna!!!

    cenaevasiva 17 feb 2016
    cenaevasiva 17 feb 2016
    Mercoledì 17 febbraio 2016

    la Rete Evasioni e la Taverna del Forte vi aspettano alla

    Cena Benefit e presentazione della campagna: Pagine contro la Tortura

    sul divieto di ricevere dall'estero libri e stampe di ogni genere nelle sezioni di carcere speciale 41bis

  • Centocelle In Piazza verso il 25 Aprile

    photo 2019 04 01 14 13 52

    photo 2019 04 01 14 13 52

    7 APRILE - Centocelle in piazza - piazza delle Gardenie, ore 10
    Verso il 25 aprile Corteo: Oggi come ieri Roma Est è Antifascista

  • CENTOCELLE NUN SE BATTE

    61651477 2176190595843447 5218504286773706752 n

    61651477 2176190595843447 5218504286773706752 n

    DOMENICA 16 GIUGNO - CENTOCELLLE NUN SE BATTE - Giornata a sostegno della festa per la medaglia d'oro conferita a Centocelle per il contributo dato dal quartiere alla lotta contro il nazifascismo. La giornata si svolgerà all'interno del mercato terra/TERRA

  • Chi decide sulle nostre vite? ::Corteo 26 maggio::

    32378041 2163068603913353 126171690886496256 n

    32378041 2163068603913353 126171690886496256 n

    A 40 anni dalla legge 194, saremo di nuovo nelle piazze di tutta Italia. Chiamiamo tutte a portare nelle strade la nostra rabbia, la determinazione, la gioia di vivere. A gridare con tutta la nostra forza: delle nostre vite decidiamo solo noi! Per una sessualità libera, per la contraccezione gratuita, per essere libere di scegliere! per trasformare la società!
    ::Martedi 22 maggio::
    Anniversario dell'approvazione della legge 194: giornata di azioni territoriali nella città... Stay tuned
    ::Sabato 26 maggio::

    Corteo cittadino ore 17.00. Partenza da Piazza dell'Esquilino

    **
    A 40 anni dalla legge 194
    Per una sessualità libera, per la contraccezione gratuita, per essere libere di scegliere!

    Le donne stanno lottando in ogni parte del mondo. Di fronte a questa potenza ovunque vediamo un attacco alla libertà che ci siamo conquistate. La contraccezione gratuita, il pieno accesso all’aborto, l’educazione a una sessualità libera sono ancora negati o fortemente ostacolati e, anzi , proprio in questo momento assistiamo al tentativo di sottrarre alle donne il potere e la libertà di decidere sul proprio corpo e sulla propria vita, con la diffusione dell’obiezione di coscienza e con un attacco feroce dell’aborto.

    A quarant’anni dall’approvazione della legge 194, in Italia l'accesso all'interruzione volontaria di gravidanza è sempre più un percorso a ostacoli. Il numero di medici obiettori ha raggiunto una media nazionale del 70%, con punte del 90% in alcune regioni. Solo 390 su 654 strutture dotate di reparti di ostetricia e ginecologia effettuano interruzioni di gravidanza. La pillola abortiva RU486 è somministrata da pochi ospedali e in modo limitato. E non va molto meglio quando in gioco c’è il diritto alla salute durante la gravidanza e il parto. Possiamo venderci liberamente sul mercato del lavoro ‒ al prezzo più basso e alle condizioni più precarie – solo se contemporaneamente accettiamo di tornare nelle case, di essere responsabili del lavoro riproduttivo e della cura, di supplire ai vuoti lasciati dal welfare. Per le migranti il ricatto del permesso di soggiorno è un ulteriore ostacolo alla libertà di scegliere e all'accesso alla salute. Ci si aspetta che facciano il lavoro di cura o piuttosto che colmino il calo demografico, mentre razzismo e sfruttamento stabiliscono gerarchie e posizioni di subordinazione.
    Alla logica antiabortista che cancella la vita delle donne contrapponiamo la nostra libertà, di scegliere e di lottare collettivamente. Contrapponiamo i nostri desideri, la maternità quando è liberamente scelta e la possibilità di rifiutare l’ordine tradizionale della famiglia.

    Il 22 e il 26 maggio scenderemo nelle piazze perché sappiamo che la sessualità è un campo di battaglia, non una questione privata o di coscienza individuale. Saremo in piazza per rompere l’isolamento a cui siamo costrette quando affrontiamo l’aborto o quando scegliamo la maternità.
    Riaffermiamo la nostra libertà e gli spazi di potere conquistati per dire che la sessualità delle donne non è finalizzata alla procreazione, che la maternità non è un obbligo, che l’aborto è una scelta delle donne ma riguarda anche la sessualità maschile.

    Alla libertà di scegliere vogliamo dare un senso nuovo a partire dalla forza di un movimento globale che pretende e reclama una trasformazione dell’intera società. Siamo con le donne argentine che hanno imposto al parlamento di discutere la legalizzazione dell'aborto, con le irlandesi che a maggio voteranno in un referendum per decriminalizzare la procedura per l'aborto, con le polacche che per prime hanno scioperato per bloccare i tentativi del parlamento di proibirlo.
    Lottiamo per una sessualità libera, contro la subordinazione e la violenza e per questo:

    Vogliamo welfare per l'autodeterminazione, la sanità pubblica, laica e a nostra misura, i consultori aperti alle donne di qualunque età, alle persone gay, lesbiche, trans, e alle migranti.
    Vogliamo la contraccezione gratuita
    vogliamo l'accesso gratuito all'assistenza sanitaria per l'ivg, la gravidanza e il parto indipendentemente dalla cittadinanza e dai documenti.
    Vogliamo gli obiettori fuori dalle strutture sanitarie pubbliche e dalle farmacie.
    Vogliamo la RU486 a 63 giorni e senza ospedalizzazione, somministrata anche nei consultori pubblici.
    Vogliamo l’eliminazione delle sanzioni amministrative per le donne che ricorrono all'aborto fuori dalle strutture sanitarie pubbliche.
    Vogliamo l'educazione sessuale nelle scuole.
    Vogliamo condividere saperi e desideri. Che mille consultorie nascano!

    Non Una Di Meno.

  • CHIUDERE IL 41 BIS. LIBERI TUTTI, LIBERE TUTTE!

    photo 2022 11 16 11 24 03 2

    photo 2022 11 16 11 24 03 2

    Il 20 ottobre 2022 Alfredo Cospito, nel carcere di Bancali (SS), ha iniziato uno sciopero della fame ad oltranza contro il regime 41 bis e l’ergastolo ostativo. Il regime 41 bis o.p. gli è stato riservato dal maggio di quest’anno, reo di mantenere, dalle sezioni di Alta Sicurezza dove si trovava da anni rinchiuso, rapporti epistolari ed attività editoriale con il movimento anarchico, attraverso scritti pubblici ed interventi.

  • Ciao ALESSANDRA!

    photo 2022 05 10 19 25 54

    photo 2022 05 10 19 25 54

    Ciao Alessandra, quando una persona che ha attraversato le vite di tante persone se ne va porta con sé un pezzo di ognuna. Alessandra lasciandoci si porta via anche un pezzo di Forte Prenestino, quel pezzo cresciuto negli anni 90 fatto di visioni, di pellicole cinematografiche underground, di fumetti, di editoria indipendente, di storie che andavano raccontate, di cortei che riempivano le strade di desiderio e di trasformazione.

  • Ciao ANDREA!

    277095922 1870014956520751 1674563951475282505 n

    277095922 1870014956520751 1674563951475282505 n
    Ci uniamo al dolore dei familiari, dell’ atletico San Lorenzo e di Communia per la morte prematura del compagno Andrea Dorno. Buon Viaggio Andre ❤️

    Domani, sabato 26 marzo, potremo finalmente salutare il nostro compagno, fratello e amico Andrea. Potremo stringerci in un solo abbraccio collettivo e restituire un po' dell’amore immenso che Andrea ci ha donato in questi anni.

  • Ciao Nanni!

    si alla violenza operaia

    si alla violenza operaia
    «Compagni rifiutiamo il lavoro. Vogliamo tutto il potere vogliamo tutta la ricchezza. Sarà una lunga lotta di anni con successi e insuccessi con sconfitte e avanzate. Ma questa è la lotta che noi dobbiamo adesso cominciare una lotta a fondo dura e violenta.

  • CIAO SANTE!

    photo 2021 03 23 17 39 44

    photo 2021 03 23 17 39 44
    15/12/1938 - 22/03/2021 CIAO SANTE!

    Sobillatore, sovversivo, rivoltoso, nappista, brigatista, terrorista, irrecuperabile.

    Mi pareva di aver percorso tutto l'arco della trasgressione. Non è cosi. Di recente hanno coniato un'altra categoria: irriducibile, e il carceriere ha dato una triplice mandata al blindato della mia cella (Marzo 1985)

    Sante Notarnicola presenta il libro "L'anima e il muro" (Odradek 2013) al CSOA Forte Prenestino, 30 Novembre 2013 ---CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO---

  • Cicloraduno #CambiaGiro - No al Giro d'Italia in Israele

    23561382 1976640342549856 7928643481825770140 n

    23561382 1976640342549856 7928643481825770140 n
    Cicloraduno #CambiaGiro
    domenica 26.11 ore 11.00
    Roma, Piazza del Popolo

    Vieni in bici per dire: No al Giro d'Italia in Israele!

  • Colazione Resistente a sostegno del CSA LA TORRE

    12670800 1139612312756558 3428186494694850153 n
    12670800 1139612312756558 3428186494694850153 n
    Lunedi 14 Marzo dalle 6:00
    Colazione Resistente al CSA La Torre

    enerdì 4 Marzo abbiamo ricevuto una lettera. Anche al CSA La Torre è stato notificato un provvedimento amministrativo di sgombero.

  • Combatti la Paura, Distruggi il Fascismo

    50934385 401500670394591 460979797657387008 o

    50934385 401500670394591 460979797657387008 o
    Riportiamo il comunicato di AARE riguardante i fatti avvenuti a Centocelle la notte di lunedi 28 gennaio 2019, in calce il link.

    Ieri notte a Centocelle tra piazza delle Gardenie e piazza delle Camelie 20 fascisti armati di caschi e bastoni pensavano bene di aggredire due ragazzi. I fascisti hanno poi proseguito lasciando messagi di odio e paura sui muri del quartiere. La loro presenza a Centocelle è una chiara provocazione il 28 gennaio, nel giorno dell anniversario della liberazione del quadrante di Roma Est dal nazifascismo. Nell' VIII zona partigiana la resistenza portò ben presto alla liberazione, oggi come ieri abbiamo bisogno di liberarci da ogni forma di fascismo, con ogni mezzo necessario.

    COMBATTI LA PAURA, DISTRUGGI IL FASCISMO

    https://www.facebook.com/antifaromaest/photos/a.266658610545465/401500663727925/?type=3&theater

  • Combatti la paura: cura, solidarietà, comunità!

    photo 2020 12 09 12 07 42

    photo 2020 12 09 12 07 42

    Domenica 20 Dicembre 2020 alle 10 a piazza dei Mirti ci incontriamo per pensare e agire insieme nel nostro quartiere. Per capire come costruire insieme la comunità resistente che vogliamo e come pretendere i servizi che ci spettano di diritto.

    Dopo 8 mesi dall’inizio della pandemia, il coronavirus continua a condizionare le nostre vite: morti, malati, contagi, quarantene, assenza di cura, ospedali al collasso, e ancora, mascherine, distanziamento, coprifuoco e la minaccia incombente di una terza ondata mentre ancora non è finita la seconda.
    Questa epidemia globale ha accelerato e approfondito una crisi sanitaria che era già in atto, rendendo ancor più evidente che ci sono cittadini di serie A che possono pagarsi delle cure tempestive e cittadini di serie B che devono affidarsi ad un sistema sanitario perennemente in ritardo e in affanno.
    I sacrifici fatti da ciascuno di noi durante la prima ondata sono stati ripagati ancora una volta con delle misure governative attente a salvaguardare gli interessi economici di pochi, invece che la salute di tutti.
    Possiamo andare a lavorare in fabbrica e in ufficio su mezzi pubblici sovraffollati, possiamo andare a comprare nei supermercati, ma non possiamo andare a scuola, né al teatro al cinema o in palestra.
    Ci viene lasciata la libertà di fare solo quello che contribuisce in misura significativa alla produzione, all’economia, mentre molti ambiti della vita di ciascuno, quelli della cura dei nostri corpi e delle nostre anime, dallo sport alla socialità, dalla scuola alla cultura, vengono reputati non essenziali e semplicemente annullati.
    La sicurezza che ci propongono si esprime in provvedimenti del tutto inadeguati dal punto di vista sanitario e del tutto arbitrari dal punto di vista sociale.
    Ancora una volta ribadiamo che per noi sicurezza non vuol dire controllo e medicalizzazione di ogni aspetto della nostra vita. Sicurezza non vuol dire rispondere in maniera arbitraria alle “emergenze” – ambientali, politiche o sanitarie che siano- causate a ripetizione da questo sistema economico e di governo.
    Sicurezza per noi vuol dire costruire modalità di vita che siano in armonia con l’ambiente, solidali, giuste ed eque tra le persone. Vuol dire costruzione di una comunità in cui la cura della persona e del suo benessere psico-fisico passi per la realizzazione delle sue passioni, desideri, capacità e saperi, per la sua formazione, la sua cultura, la sua alimentazione, i suoi ritmi di vita, la sua serenità mentale, la sua salute.
    Per questo sin dall’inizio della pandemia abbiamo deciso di prenderci cura gli uni degli altri, per affrontare insieme gli effetti sulla situazione lavorativa, economica, psicologica, affettiva e sociale di ciascuno di noi. E lo abbiamo fatto con azioni concrete: distribuzioni alimentari gratuite, assistenza legale e psicologica gratuita, autoproduzione di mascherine e gel, sostegno a chi produce alimenti sani a beneficio di tutti noi, la cura, la riappropriazione e la restituzione al quartiere degli spazi pubblici e verdi destinati all’uso comune di chi li abita e infine iniziative e battaglie per tornare a vivere, lavorare e studiare nelle scuole dei quartieri in maniera seria e sicura.

    Porteremo in piazza la nostra risposta alla crisi economica e sanitaria per diffondere le nostre pratiche e moltiplicare le nostre voci!
    CURA! SOLIDARIETA! COMUNITÀ!
    Domenica 20 alle 10 a piazza dei Mirti ci incontriamo per pensare e agire insieme nel nostro quartiere. Per capire come costruire insieme la comunità resistente che vogliamo e come pretendere i servizi che ci spettano di diritto.

    Vogliamo strutturare insieme questa giornata fatta di momenti di discussione, di informazione ma anche di socialità, di arte, di scambi di prodotti artigianali e di pensieri. Una giornata che rappresenti quello che abbiamo costruito fino ad ora e che proponga quello che vogliamo costruire insieme.

    Per preparare la piazza del 20 ci incontriamo domenica 13 alle 15.00 al Parco delle Palme. Porta le tue idee e la tua energia!

  • COMBATTI LA PAURA. SOSTIENI CENTOCELLE!

    photo 2020 03 16 10 16 44

    photo 2020 03 16 10 16 44

    COMBATTI LA PAURA. SOSTIENI CENTOCELLE!

    La LAC ha attivato un Gruppo di Appoggio Mutuo per affrontare insieme un’emergenza sanitaria globale che inevitabilmente ha degli effetti sulla situazione lavorativa, economica, psicologica, affettiva e sociale di ciascuno degli abitanti di Centocelle.

    - Consegna di beni di prima necessità e farmaci a over 65, persone immunodepresse e in quarantena
    - Sportello legale solidale
    - Sostegno psicologico solidale

    In questo momento in cui siamo costretti a stare a distanza di sicurezza è quanto mai importante rimanere VICINI.

    INFO DETTAGLIATE NEL LEGGI TUTTO!!!

  • CONTRO FASCISMO, GUERRA E CARO VITA

    photo 2022 05 23 12 39 52

    photo 2022 05 23 12 39 52

    SABATO 28 MAGGIO 2022. ore 15.00 presso PIAZZALE TIBURTINO. CONTRO FASCISMO GUERRA E CAROVITA. Mentre il governo scarica i costi della guerra e della crisi sanitaria sulle fasce piu deboli, casaPound convoca una manifestazione nazionale per racimolare consenso dalla crisi sociale in atto.
    Il copione lo conosciamo bene. Sciacalli dell'odio a cui rispondere con determinazione che Roma ha un cuore pulsante antifascista e non lascerà spazio alla retorica fascista, xenofoba, razzista e sessista da loro propinata.
    Non lasceremo che un pugno di fascisti dei giorni nostri si approprino delle strade della nostra città e delle lotte sociali che attraversiamo quotidianamente.

  • CONTRO IL NULLA CHE AVANZA

    62499826 1133068723548345 2160344339157352448 o

    62499826 1133068723548345 2160344339157352448 o
    29/06 BOLOGNA - Con XM24, corteo contro il nulla che avanza:
    Vogliono sgomberare XM24, uno spazio pubblico autogestito che da piu di 17 anni è luogo di socialità e sperimentazione politica, artistica e culturale in Bolognina.

  • CONTRO LO SGOMBERO DEL NUOVO CINEMA PALAZZO

    127621264 3629261260463637 1013164831881874608 o

    127621264 3629261260463637 1013164831881874608 o
    MERCOLEDI 25 NOVEMBRE 2020. Il Cinema Palazzo è San Lorenzo. Il Cinema Palazzo è la città. Presidio permanente di oggi contro lo sgombero avvenuto stamattina in Via degli Ausoni angolo di Via Tiburtina. Conferenza Stampa alle 12:00. Corteo per il quartiere alle 17:00. OGGI STIAMO INSIEME, ALLA GIUSTA DISTANZA, MA STIAMO INSIEME. "...Ognuno di noi deve dare qualcosa in modo che alcuni non siano costretti a dare tutto..."

  • Contro ogni fascismo, con Valerio Verbano nel cuore: corteo

    27545374 970408939788263 3171856004005527913 n

    27545374 970408939788263 3171856004005527913 n

    GIOVEDI 22 FEBBRAIO 2018

    Valerio Vive la rivolta continua!
    Concentramento in Via Monte Bianco
    ore 16.00 un fiore per Valerio
    ore 17.00 CORTEO

Oggi al Forte

11:00 - 13:00
Tiro con l'arco storico
18:00 - 23:59
Sala Prove
ror radioabbonamento round s

DIRITTOALLACITTALOGO

DIRITTOALLACITTALOGO

STOP-TTIP

STOP-TTIP

Volantino GAP fronte
Volantino GAP fronte

notav

notav

antifa

antifa

logo nomuos

10x100
10x100
notriv
notriv

free gaza

NOPUP

NOPUP


illegale è la legge, il suo costo reale

illegale è la legge, il suo costo reale

Vai all'inizio della pagina