Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggendo l'informativa estesa.

Menu

mobilitazioni

  • NONUNADIMENO verso il 28 settembre 2017

    nonunadimeno 21 giu 2017

    nonunadimeno 21 giu 2017
    GIOVEDI 21 settembre alle 18 - sotto la sede de Il Messaggero in via del Tritone 152 le donne scendono in strada

    per continuare a ribadire che Le strade sicure le fanno le donne che l'attraversano


    Dopo un'estate in cui ancora una volta la violenza maschile sulle donne è stata oggetto di campagne mediatiche razziste in cui i nostri corpi sono stati usati per giustificare politiche contro le persone migranti, le deportazioni e la costruzione di nuovi lager al di là del mediterraneo, siamo arrivate a settembre e vediamo comparire sui media anche la colpevolizzazione delle donne che subiscono stupri.

    E' proprio di questi giorni la campagna lanciata da Il Messaggero che addirittura propone un "manuale" di comportamento per le donne.
    Scomodata anche la docente Scaraffia che, senza vergogna, ha imputo alle femministe di aver spinto le giovani donne alla "libertà dal loro destino biologico" negando "l'idea che le donne avessero bisogno di protezione" maschile.

    Per il resto la campagna consiste nella solita trita riproposizione di
    politiche securitarie: telecamere, militarizzazione delle strade, "locali sentinella", taxi, lampioni. Se proprio volete due lampioni in più in città servirebbero!!!

    In avvicinamento alla grande mobilitazione mondiale femminista del 28 settembre

    GIOVEDI 21 settembre alle 18 - sotto la sede de Il Messaggero in via del Tritone 152 le donne scendono in strada per continuare a ribadire che

    Le strade sicure le fanno le donne che l'attraversano con la solidarietà, il guardarsi a vincenda, l'autodeterminazione e l'autodifesa.

    Invece di dettare regole alle donne per non essere stuprate, insegnate agli uomini a non stuprare.

    La violenza sulle donne la fanno gli uomini non ha confini nè
    passaporto nè classe.

    Non Una Di Meno - Roma

  • NOTAV -La Valle non si arresta -si parte e si torna insieme

    valle2
    valle2

    SI PARTE E SI TORNA INSIEME - LA VALLE NON SI ARRESTA!

    http://www.notav.info/

     

  • NUOVO INCONTRO CITTADINO X CASALE FALCHETTI

    casalefalchetti
    casalefalchetti
    Venerdì 12 febbraio 2016 - ore 18:00
    presso l’ex Casale Falchetti  
    in Viale della Primavera 319/b

    Il Dup S-Tronca Roma, stronchiamo il DUP insieme

    Appello per una riunione e mobilitazione cittadina

    NOI SIAMO A CREDITO!

  • Occhi aperti sulla Palestina

    photo 2021 06 18 10 19 10

    photo 2021 06 18 10 19 10
    MERCOLEDI 23 GIUGNO 2021. Occhi aperti sulla Palestina. APPUNTAMENTO ORE 19:00 A PIAZZA DEI MIRTI. Una serata esperienziale dove giochi sul potere e simulazioni teatrali ci aiuteranno a scoprire le dinamiche oppressive in atto in Palestina. Attraverso teatro dell'oppresso, installazioni, reading poetico, musica e cibo palestinese potremo interagire in modo creativo e confrontarci con persone provenienti dalla Palestina.

  • ODIO IL CARCERE!

    2016 odio il carcere web

    2016 odio il carcere web
    Sabato 31 Dicembre 2016
    presidio al carcere di Rebibbia

    Portiamo solidarietà alle persone detenute,
    porta un libro, compra una Scarceranda e . . .dalle ore 10:00

  • Ogni tempesta comincia con una singola goccia. CIAO ORSO!

    orsetti 4

    orsetti 4
    Ciao, se state leggendo questo messaggio è segno che non sono più a questo mondo.

    Beh non rattristatevi più di tanto, mi sta bene così; non ho rimpianti, sono morto facendo quello che ritenevo più giusto, difendendo i più deboli e rimanendo fedele ai miei ideali di giustizia, uguaglianza e libertà. Quindi nonostante questa prematura dipartita, la mia vita resta comunque un successo e sono quasi certo che me ne sono andato con il sorriso sulle labbra. Non avrei potuto chiedere di meglio.
    Vi auguro tutto il bene possibile e spero che anche voi un giorno (se non l'avete già fatto) decidiate di dare la vita per il prossimo, perché solo così si cambia il mondo. Solo sconfiggendo l'individualismo e l'egoismo in ciascuno di noi si può fare la differenza. Sono tempi difficili, lo so, ma non cedete alla rassegnazione, non abbandonate la speranza; mai! neppure un attimo.
    Anche quando tutto sembra perduto, e i mali che affliggono l'uomo e la terra sembrano insormontabili, cercate di trovare la forza, di infonderla nei vostri compagni.
    È proprio nei momenti più bui che la vostra luce serve.
    E ricordate sempre che 'ogni tempesta comincia con una singola goccia'. Cercate di essere voi quella goccia.
    Vi amo tutti spero farete tesoro di queste parole. Serkeftin!
    Orso,
    Tekoser,
    Lorenzo.
     
  • OLTRE LA CRISI. IL GAM INCONTRA DEAN SPADE

    photo 2022 06 08 13 34 44

    photo 2022 06 08 13 34 44

    DOMENICA 19 GIUGNO ore 18:30. OLTRE LA CRISI. IL GAM INCONTRA DEAN SPADE. Autore del libro "Mutuo Appoggio, Costruire solidarietà duante questa crisi (e la prossima)" edito da edizioni Malamente.

  • Per la libertà e la pace in Medio Oriente difendiamo il Rojava

    4256122 48837

    4256122 48837
    15 FEBBRAIO 2020. Roma. Appuntamento alle 14:00 a Piazza Della Repubblica.

    Da 21 anni il leader del popolo curdo Abdullah Öcalan è sequestrato nell’isola-carcere di Imrali, in condizione di totale isolamento. Lo scorso anno, grazie alla pressione esercitata dallo sciopero della fame iniziato dalla deputata dell’HDP (Partito Democratico dei Popoli) Leyla GÜVEN e sostenuto da migliaia di prigionier* politic*, per pochi mesi i famigliari e gli avvocati sono riusciti ad avere accesso all’isola di Imrali. Ciò è durato poco. Dal 12 agosto 2019, Öcalan e gli altri tre prigionieri sono nuovamente isolati dal mondo esterno.

    Negli incontri che in quel breve periodo si sono svolti, Abdullah Öcalan ha fatto ancora una volta concrete proposte per una soluzione politica della questione curda e dato la sua disponibilità per contribuire a un processo che, sulla base della democratizzazione, porti la pace in Medio Oriente, dimostrando di avere un ruolo importante nel far fronte alla situazione attuale che vede venti di guerra ancora più forti e che coinvolgono sempre più territori, dalla Siria fino alle porte di casa dell’Italia e dell’Europa, in Libia.

    La proposta di un sistema democratico multietnico basato sulla parità di genere e sull’ ecologia, come quello realizzato nel Nord – Est della Siria, dove tutti i popoli della regione hanno combattuto per ricercare un modello amministrativo laico, democratico ed egualitario fa paura alle potenze regionali. L’ esperimento del Confederalismo Democratico va quindi difeso dall’ invasione turca e dalla pressione delle potenze globali.

    Intanto in Turchia aumenta la repressione con il preciso obiettivo di mettere a tacere qualsiasi opposizione democratica. Occupando interi territori in Medio Oriente, Erdogan sta distruggendo la storia e l’identità culturale, provocando esodi di massa di intere popolazioni. Catastrofi umanitarie, come quelle provocate in Siria (ad Afrin prima, a Serekaniye e Gire Spi ora) invase, saccheggiate e occupate da turchi e alleati jihadisti sono la dimostrazione della barbarie del regime di Erdogan che espande le sue mire a tutta l’area del Mediterraneo orientale. L’ invio di mercenari islamisti in Libia è uno strumento col quale esercitare maggiore pressione sull’ Europa, giocando la carta dei profughi e delle risorse energetiche.

    È ora più che mai necessario, per la pace in Medio Oriente, far sentire la nostra voce contro il fascismo neo-ottomano di Erdogan. Porre fine all’ isolamento di Abdullah Öcalan significa dare una prospettiva di pace e di democrazia a tutti quei territori martoriati da decenni di guerra, distruzioni e milioni di profughi.

    Il 15 febbraio, da Strasburgo a Roma, si terrà la annuale manifestazione europea per chiedere la sua liberazione.

    Difendiamo il Rojava per la libertà e la pace in Medio Oriente

    Libertà per Ocalan e per tutte e tutti i prigionieri politici

    Ufficio Informazione del Kurdistan in Italia , Comunità Curda di Italia , Centro Socio-Culturale Curdo ARARAT, Rete Kurdistan Italia

  • PER UNA MOBILITA’ SENZA CONFINI E SENZA SFRUTTAMENTO: APPELLO PER UN CORTEO NAZIONALE.

    2016 11 12 manifestazione braccianti
    2016 11 12 manifestazione braccianti
    PER UNA MOBILITA’ SENZA CONFINI E SENZA SFRUTTAMENTO: Mobilitazione Nazionale 12 Novembre 2016

  • PORTA LA MAGLIETTA E NOI TE LA STAMPAMO!

    banner0stile
    banner0stile
    Martedì 16 febbraio 2016
    La Serigrafia 0style ad Auro e Marco

    dalle 19:00 alle 21:30 ci sará un work shop di serigrafia aperto a tutte e tutti.
    Condividi, partecipa e sostieni il CSOA AURO E MARCO.
    LA STORIA NON SI TRONCA
    AURO E MARCO NON SI TOCCA

  • Prendere posizione. Esprimere solidarietà e vicinanza.

    FORTE tondo

    FORTE tondo

    Questo è quello che come centro sociale occupato e autogestito ci sentiamo di fare.

    Non racconteremo i fatti, che sono stati ampiamente resi pubblici, ci dissociamo dai processi mediatici e dalle esecuzioni di pubblica piazza.
    Non abbiamo bisogno di aggiungere nessun dettaglio a quello che sappiamo per decidere di allontanare dal nostro spazio una persona che ha agito fatti per noi intollerabili e per questo politicamente non possiamo non prendere posizione rispetto a questa vicenda.

  • PRESIDIO SOLIDALE AL CARCERE DI REBIBBIA

    31dicembre rifatto 4 web

    31dicembre rifatto 4 web

    GIOVEDI 31 DICEMBRE 2020. Come ogni anno Radio Ondarossa vi dà appuntamento per il 31 dicembre fuori da Rebibbia. Un appuntamento ancora più importante in un anno in cui le condizioni di vita per chi sta dentro sono sempre più dure: con il numero dei contagi sempre più alto e un isolamento con l'esterno sempre maggiore.

    Ci vediamo dalle 10:30 all'angolo tra via Bartolo Longo e via Raffaele Majetti, dove ci sarà il consueto presidio: troverete le lenticchie propiziatorie, le scarcerande 2021 e il calendario di Radio Ondarossa.

    Ci spostiamo poi al pratone del femminile in modo da poter fare un saluto a chi è reclusa e gridare che l'unica sicurezza è la libertà!

  • Processo Cucchi. IL MURO E' STATO ABBATTUTO

    43746088 2022676587793605 8054835031887052800 n

    43746088 2022676587793605 8054835031887052800 n

    ROMA. OTTOBRE 2018. Fabio Anselmo: «E' la prima volta che un uomo in divisa direttamente coinvolto in un abuso decide di parlare». Ilaria Cucchi: «E' il tassello che mancava, tutto quello che in questi anni avevo solo potuto immaginare». Massimo Lauria per RSInews
    https://www.rsi.ch/news/mondo/Caso-Cucchi-il-muro-è-crollato-10978757.html

    “Quello che fa più male è che Stefano è stato lasciato morire da solo, come un cane, nell'indifferenza di chi l'ha guardato solo con le lenti del pregiudizio: un detenuto, un tossicodipendente, un rompiscatole, non un essere umano”. Ilaria Cucchi parla di fronte ad una sala strapiena. Oltre 600 persone affollano il centro sociale La Strada di Roma per la proiezione di Sulla mia pelle, il film di Alessio Cremonini che racconta gli ultimi giorni di vita del geometra Stefano Cucchi, arrestato il 15 ottobre 2009 e morto solo una settimana dopo nell'ospedale penitenziario della capitale, Sandro Pertini. Centinaia di persone sono rimaste fuori. Dentro il caldo è soffocante, ma nessuno vuole perdersi la proiezione. Sono oltre cento le visioni collettive e informali del film, nel primo mese dall'uscita, in giro per l'Italia. Centri sociali, collettivi studenteschi, associazioni, oltre alle sale cinematografiche e le visualizzazioni su Netflix. La pellicola è ormai diventata un fenomeno.

    Da caso di cronaca nera, la vicenda di Stefano Cucchi è ora anche un caso cinematografico. Oltre 190 i Paesi in cui è possibile vederlo. “In questo modo la storia di Stefano arriva a tutti. Per anni io e la mia famiglia siamo stati isolati. Intorno a noi si era alzato un muro, da subito. Dopo nove lunghi anni di battaglie tra le aule giudiziarie e fuori dai tribunali, in cui si faceva il processo al morto, a mio fratello, e non a quelli che hanno causato la sua morte, ora finalmente quel muro è stato abbattuto una volta per tutte”, prosegue Ilaria, riferendosi alla confessione di Francesco Tedesco, uno dei tre carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale, che durante l'interrogatorio ha denunciato gli altri due colleghi dell'Arma, Alessio Di Bernardo e Raffaele D'Alessando, come responsabili del pestaggio che ha causato la morte di Cucchi.

    “La gente si sente lontana da realtà come questa, ma quello che è accaduto a Stefano può accadere a ognuno di noi. Per questo è importante far conoscere la verità”, chiude Ilaria Cucchi.

  • Quarta Sagra del Peperoncino Rebelde

    peperoncino2016
    peperoncino2016

    Domenica 25 settembre 2016

    siamo liet@ di invitare tutt@ a partecipare alla

    Quarta Sagra del Peperoncino Rebelde
    Especial compArte

    dalle 13:00 vi aspettiamo

  • Questa mattina lo Sgombero dell’ex Caserma Sani: cemento e speculazione

    ilovexm24 puzzle 300x300.jpegOggi 16 gennaio 2020 lo sgombero dell’ex Caserma Sani a Bologna
    contro il nulla si avanza!
    sgombero dell’ex Caserma Sani= cemento e speculazione.
    La raesistenza continua Sostegno a chi resiste!
    http://www.ecn.org/xm24/2020/01/16/il-comune-di-bologna-cemento-contro-gli-spazi-sociali/

  • Quinta Sagra del Peperoncino Rebelde al C.S.O.A. Forte Prenestino!

    SDPR 2017 cover evento facebook

    SDPR 2017 cover evento facebook

    Domenica 24 Settembre 2017

    il collettivo La Pirata presenta:

    la quinta SAGRA DEL PEPERONCINO REBELDE

    Come sempre l'ultima domenica di settembre torna l'appuntamento con la rebeldia piccante e come sempre al Csoa Forte Prenestino.
    Dalla mattina alla sera per ridere, ballare e ascoltare le voci del Messico ribelle a sostegno dei progetti de La Pirata.

    Vi aspettiamo!!!
    per il programma

  • RACCOLTA FONDI PER IL ROJAVA

    9518 1570810166

    9518 1570810166

    Nella giornata del 09/10/2019 l’aviazione turca ha iniziato a bombardare il Nord-Est della Siria (Rojava).

    L’invasione in territorio siriano annunciata da Erdoğan comporterebbe non soltanto l’occupazione militare delle principali città del Rojava, ma provocherebbe anche un disastro umanitario di proporzioni inimmaginabili per numero di sfollati e vittime civili.

  • RACCOLTA GIOCATTOLI PER I PACCHI DI NATALE

    photo 2021 12 09 17 22 00

    photo 2021 12 09 17 22 00
    Sabato 11 e 18 dicembre 2021 potrai venire al CSOA Forte Prenestino dalle 12.00 alle 14.30 per darci quei giochi per cui sei diventato troppo grande e non usi più! Donare, condividere, partecipare. L'idea di una nuova socialità passa anche attraverso gesti semplici. Come quella di scambiarsi regali a Natale! I giochi raccolti saranno poi redistribuiti in piazza dei mirti il 19 dicembre per il Natale solidale della Libera Assemblea di Centocelle!

  • Radio Onda Rossa - Radioabbonamento 2019

    ror radioabbonamento round m

    ror radioabbonamento round m

    Radio Onda Rossa trasmette da più di 40 anni senza padroni né pubblicità.

    Una radio autogestita da compagni e compagne che per trasmettere non intendono percepire alcun compenso.

    Tenerla in piedi costa 30.000€ ogni anno

    Per 42 anni il finanziamento si è basato sulle donazioni spontanee di "chi se la sente" e sulle iniziative.

  • Rischio di guerra in Siria del nord – Mobilitazione immediata!

    73181899 2433940350208481 1283758552179015680 n

    73181899 2433940350208481 1283758552179015680 n
    Mercoledì 9 ottobre - Presidio in Piazza Barberini dalle 16.00 alle 19.00.

    La #Turchia di #Erdogan sta per invadere il #Rojava e la Federazione della #Siria del Nord. L'attacco di terra e d'aria è imminente. #Trump ha annunciato che le truppe #Usa si ritireranno a sud per fare spazio all'avanzata turca. Le #Ypj #Ypg #Sdf sono isolate, la rivoluzione come tale è minacciata. nostra amicizia può soltanto essere concreta.

Oggi al Forte

10:00 - 13:00
Segreteria
11:00 - 13:00
Acrobatica aerea mattina
15:00 - 20:00
Segreteria
17:00 - 20:30
Segreteria Pallestra
17:15 - 18:00
Micro Circo
17:30 - 18:30
Pilates
18:00 -
Enoteca
18:00 -
Pub 12 De Tutto
18:00 - 19:00
Piccolo Circo e Acrobatica
19:00 - 20:30
Yoga
19:30 - 20:30
Boxe
20:30 - 22:00
Acrobatica aerea
20:30 - 22:00
Tango argentino
ror radioabbonamento round s

DIRITTOALLACITTALOGO

DIRITTOALLACITTALOGO

STOP-TTIP

STOP-TTIP

Volantino GAP fronte
Volantino GAP fronte

notav

notav

antifa

antifa

logo nomuos

10x100
10x100
notriv
notriv

free gaza

NOPUP

NOPUP


illegale è la legge, il suo costo reale

illegale è la legge, il suo costo reale

Vai all'inizio della pagina